Vi piace il blog ?

domenica 6 novembre 2011

I CALABRoni non domano le tigri...

CDG Gallarate - Calcagni/Balconi 6-2


Formazione : Curia, Almasio ( Sapia A.) Sapia S., Buttino( Picelli ), Cozza ( Tropeano ) Balconi, Iorio( Consonni ). NE Dalboni

Marcatori :CDG, CDG, Tropeano, Buttino, CDG, CDG, CDG, CDG

La cronaca :
L'impresa è stata solo accarezzata per qualche minuto, poi le zampate della tigre ferita ci hanno rispedito in fondo al tunnel. Questa la sintesi della sfida di oggi nella tana del CDG, capolisata del girone A2. In una giornata falcidiata dai rinvii causa maltempo, noi abbiamo la fortuna di essere ospiti di una formazione che le partite in casa le disputa sul fantastico campo sintetico di Gallarate ( mi permetto di fare due piccole critiche, senza polemica. E' molto difficile stare a bordo campo 60 minuti senza un minimo di riparo quando diluvia come ieri. Ancor più fastidioso, dopo tutta la pioggia presa, trovare l'acqua gelata in doccia... ). L'impegno odierno si preannuncia assai difficile, vuoi per il valore e lo stato di forma della capolista, vuoi per la pressione nella nostra testolina dopo la scoppola subita dall'FC Somma. Mister Artur decide di affrontarlo con Pino in porta, Vale e Samu dietro, io centrale con Fanta a destra e Anto a sinistra e Gianca punta. Sapi, Marco, Loris, Pic e il rientrante Trope pronti sotto la pioggia... La partita è piacevole, il campo agevola il bel gioco da ambo le parti, anche se è subito chiara l'impostazione tattica delle due squadre. Più propensi al fraseggio noi, molto abili a cercare la sponda del bravissimo e fisicatissimo centravanti loro. Proprio lui si rivelerà il fattore decisivo di questa sfida. Nasce da una sua invenzione, dopo aver ricevuto palla da una rimessa laterale, il gol del vantaggio che apre le danze. Fatichiamo a prendergli le misure e le sue giocate permettono alle tigri di ripartire velocemente in maniera letale verso la nostra area. Noi non stiamo a guardare e qualche buona occasione ce la procuriamo. Proprio da una mancata ripartenza nostra, palla persa a trequarti campo in superiorità numerica, nasce il raddoppio locale. Vale stende la punta al limite dell'area e dal conseguente calcio fermo, una dormita mia in barriera inganna Pino che viene beffato dalla conclusione non irresistibile del giocatore Gallaratese. Mister Artur corre ai ripari e inserisce il Pic per Anto. L'impatto sul match è buono, Gianca ha sui piedi la palla del gol che riaprirebbe la partita, ma il tiro centrale è facile preda del portiere. Un paio di belle conclusioni del Pic e del Fanta e un grande intervento di Pino chiudono i primi trenta minuti. La pioggia aumenta d'intensità e il the caldo non basta a riscaldarci. Anche il campo comincia ad appesantirsi. Nel secondo tempo, dopo cinque minuti di assestamento, il coach rivoluziona la Liga. Fuori io, Vale e Gianca, dentro Trope al mio posto, Sapi per Vale e Marco punta. La scossa da i suoi frutti. Prima il Trope, con un tap-in da pochi passi, accorcia le distanze, poi Anto acciuffa il pareggio con un bel destro da fuori. Bello, tutto sommato meritato per una squadra che non ha mai smesso di crederci. Peccato che la magia duri poco. Come una tigre ferita, la capolista si ributta in avanti e subito ritrova il vantaggio. La solita punta, rientrata in campo dopo un meritato minutaggio di riposo, si conquista l'ennesimo fallo dal limite. Punizione deviata leggermente da Anto in barriera e gol del tre a due. Mazzata. Come sabato scorso, dopo il gol arrivano i due minuti fatali che ci tagliano le gambe. Altra punizione, questa volta è un cross in area con poche pretese, dormita generale e colpo di testa che s'insacca alla spalle di Pino. Come se non bastasse, poco dopo arriva la beffa definitiva. Palla al laterale gallaratese defilato in fascia, cross di prima intenzione e parabola che assume una beffarda traiettoria che lascia di stucco Pino e termina la sua corsa in fondo al sacco. Il mister mi rimette in campo al posto del Pic, giusto in tempo per mangiarmi un gol dopo un sontuoso assist di tacco del Trope. Forse per l'appagamento della squadra avversaria, la Liga regala 7/8 minuti di gran calcio, che fruttano solamente un paio di buonissime occasioni fallite di un soffio e una clamorosa traversa di Marco. Il CDG, al contrario, sfrutta a dovere l'ultimo contropiede e mette in cassaforte il risultato. Fischio finale e tutti sotto la doccia, fredda...mannaggia a voi ;-) !!!
Risultato tutto sommato giusto, ma eccessivo nelle proporzioni. Il CDG merita ampiamente la posizione di classifica che occupa, grazie ad una buonissima organizzazione di gioco costruita intorno a due/tre individualità notevoli. La Liga, al contrario, deve continuare su questa strada, gioco, gioco e ancora gioco. Non abbiamo la classica punta che ci toglie le castagne dal fuoco, un animale da 40 gol a stagione, per intenderci, per cui dobbiamo sopperire con la qualità di squadra. Urge, però, migliorare alcuni aspetti fondamentali, come la fragilità caratteriale che ci condiziona dopo ogni gol subito e il nervosismo gratuito che ne consegue e, soprattutto, trovare quella cattiveria che ci permetta di essere decisivi sotto porta. Io adesso mi sbilancio, pronto a prendermi un chilo di sberleffi e insulti da parte di tutti, sul nostro prosieguo del campionato. Quella di Gallarate sarà l'ultima sconfitta del girone d'andata, ne sono sicuro. Sperando di non essere smentito, aspetto con ansia la partita di sabato alla LigArena contro l'Inter club. FORZA LIGA, SVOLTIAMO!!!
PS : La Liga a tavola si è confermata, ancora una volta, la miglior squadra del torneo! Fantastica la prestazione dei ragazzi, accompagnati da mogli, fidanzate e figli, nella tana di Ciro, Pizzeria La lanterna di Golasecca ( PRO-MO-TION ) subito dopo il match di Gallarate. Un applauso a tutti i partecipanti, è stata una magnifica serata!

7 commenti:

Anonimo ha detto...

vi chiedo scusa per la doccia fredda....... scusate ma c'è un problema generale all'impianto di riscaldamento...... mi spiace della figuraccia....
ciao a tutti
ds trigri amaranto

Gigi ha detto...

no problem....abbiamo già fatto ricorso al Meda!!!
;-)

Anonimo ha detto...

Purtroppo come avete avuto modo di vedere, non c'è fisicamente lo spazio per costruire una panchina coperta.

Anonimo ha detto...

a che ora giocano giovedì sporting e carnago ? grazie siete informatissimi

Gigi ha detto...

non lo so...credo alle 21. provo a scriverlo sulla Gazza del csi...

Anonimo ha detto...

grazie mille davvero gentile! :)

Anonimo ha detto...

Confermo, alle 21 a villa cortese.
Ciao ;-)